Communiqué – Italian

Riflettendo sulla leadership nelle organizzazioni moderne, ci siamo trovati un po’ in confusione. Abbiamo trovato molta fiducia nel pensiero meccanicistico e lineare con le aziende che si focalizzano più sul valore delle proprie azioni piuttosto che sul valore da fornire ai propri Clienti e con le idee dei knowledge workers ignorate dal management che li dirige. Tutti questi fattori si riflettono nella crisi economica, aumentano la disuguaglianza, le frodi e diffondono sfiducia.

Ci deve essere una strada migliore.

Nel Gennaio del 2012, un gruppo eterogeneo di ventun persone, inclusi top manager, strateghi aziendali, accademici e professionisti di metodi di sviluppo agili provenienti da quattro continenti, si sono trovati a Stoos in Svizzera. Noi crediamo di aver scoperto qualcuna delle caratteristiche di questa strada migliore. Per esempio che le organizzazioni possano diventare reti di individui che creano valore e che il ruolo dei leader dovrebbe includere la capacità di guidare le persone piuttosto che l’organizzazione della macchina aziendale.

Cosa ancora più importante, ci siamo impegnati a continuare il nostro lavoro, sia di persona che online. Un problema di questa portata richiede molte menti e molti cuori. Ci piacerebbe ascoltare la vostra voce e la vostra esperienza. Aiutateci a vivacizzare la conversazione unendovi al nostro gruppo di Linkedin e su Twitter, hashtag #stoos.

Avviamo il cambiamento prima che sia troppo tardi!

– Catherine Louis, Deborah Hartmann Preuss, Esther Derby, Franz Röösli, Jay Cross, John Styffe, Jonas Vonlanthen, Julian Birkinshaw, Jurgen Appelo, Kati Vilkki, Klaus Leopold, Melina McKim, Michael Spayd, Peter Hundermark, Peter Stevens, Rod Collins, Roy Osherove, Sanjiv Augustine, Simon Roberts, Steve Denning and Uli Loth.